Gli ortaggi, fonte di salute

10 giugno 2008 – 15:41

Fin dai tempi più remoti la saggezza popolare trovò negli ortaggi certi elementi capaci di attenuare e in certi casi guarire alcuni dei mali da cui è afflitto il genere umano. Basate sull’osservazione della realtà, queste scoperte furono quasi sempre confermate dalla scienza, tanto che molte delle medicine con cui si curano certi malani sono ancora oggi preparate con estratti ricavati dagli ortaggi. Ecco alcuni esempi:

Il carciofo giova al fegato.

La carota, ricca di vitamina A, rinforza la vista, dona freschezza alla pelle, rende fluida la bile e arricchisce il sangue. Per questo è particolarmente utile agli anemici.

Il cavolo fornisce all’organismo molti dei minerali che gli sono necessari. essendo tra l’altro ricco di vitamina C, aiuta a mantenere agile il corpo, a conservare sane le gengive, pieghevoli le giunture, giovani i tessuti, rigenerando contemporaneamente il sangue.

L’asparago contiene poche calorie, ha proprietà depurative, ma è anche ricco di acido urico, per cui è sconsigliato il consumo a coloro che soffrono di cistite, gotta e infiammazioni ai reni. Han un alto contenuto di calcio, fosforo e potassio.

Le melanzane sono poco caloriche ma ricche di calcio, fosforo, vitamine A, vitamina C e potassio. Utili per abbassare il colesterolo, la buccia è importante per dare un effetto benefico a pancreas e fegato.

Il cetriolo combatte l’acido urico.

La cicoria serve a depurare il sangue ed è inoltre un leggero lassativo.

La cipolla è utile contro i reumatismi, e c’è chi la usa cotta nel forno o stemprata nel latte, come cura contro tossi e raffreddori.

Il crescione, ricco di virtù medicinali, ha un forte potere diuretico, antiscorbutico, sudorifico, espettorante e depurativo.

Il finocchio è un ottimo diuretico ed è anche fornito di proprietà antireumatiche.

Il pomodoro, ricco di virtù salutari è in grado di dare all’organismo nuova forza e vigore, mantenendo elasticità alle arterie e fluidità al sangue.

Il peperone è un ottima sorgente di vitamina C e PP, perciò non solo mantiene il corpo giovane, ma inoltre conserva la pressione del sangue ad un giusto livello e le pareti venose ed arteriose elastiche.

Il prezzemolo aiuta la circolazione del sangue.

Il sedano è un apprezzato tonificante nervoso.

Il timo è ottimo per preparare decotti e infusi adatti a stimolare la digestione e la sudorazione e a vincere la tosse.

Gli spinaci contengono vitamina K, necessaria per favorire la coagulazione del sangue ed è abbondante di ferro.

La lattuga fresca è un’ottima sorgente di vitamina E. Protegge quindi dalle malattie della vecchiaia, è utile al cuore, ai muscoli e alla salute della pelle.

Le foglie di rapa hanno le stesse caratteristiche degli spinaci.

I fagioli e i piselli essicati e le lenticchie sono ricchissimi di proteine vegetali e pertanto danno vigore all’organismo.

L’aglio ha qualità teraputiche antielmintiche contro gli ascaridi e gli ossiuri, ipotensive, espettoranti, digestive, carminative, antisettiche, ipoglicemizzanti.

Il ravanello è un prezioso alleato contro la debolezza, non solo per chi deve seguire particolari regimi alimentari a basso contenuto calorico, ma anche per proteggere la cute, e prevenire problemi ad essa legati. E’ famoso soprattutto per la sua azione dreanante, per chi avesse problemi di calcoli ai reni. Inoltre è indicato per prevenire bronchiti e sinusiti in modo naturale. Ricco di vitamina B, vitamina C, ferro, calcio e fosforo.

Il cappero è un ottimo disintossicante e ricostituente, combatte il colesterolo, stimola la diuresi e la microcircolazione. Combate malattie della pelle come acne e psoriasi. Viene infatti impiegato nei massaggi dei saloni di bellezza. Infine il cappero è un rimedio naturale contro le infiammazioni. La sua assunzione regala all’organismo l’apporto di variate vitamine, tra le quali la B1, B2, B5 che aiutano i radicali liberi e quindi permettono alla pelle di invecchiare in modo più graduale.

Le zucchine sono un ottimo alimento per chi sta affrontando una dieta, essendo prive di calorie, povere di sale, di vitamine ed enzimi.



Se hai trovato interessante il post sottoscrivi il feed RSS o aggiungi questa pagina ai tuoi social network preferiti:
  1. 1 Trackback(s)

  2. Lug 5, 2008: Peccati di Gola » Blog Archive » Minestrone toscano, un piatto freddo e nutriente

Post a Comment