Dolci di Carnevale, le frittelle del Luna ParK

5 marzo 2011 – 07:04

C’è da dire una cosa. Che a farle come i “giostrai” non ci riesce nessuno. Ognuno di loro poi ha la sua tecnica e la sua ricetta segreta. E sta sicuro che chi le sa fare davvero bene, non ti da la ricetta nemmeno sotto tortura. E hanno ragione. In fondo le classiche Frittelle da Luna Park o da Sagra Paesana, è giusto che le facciano loro ed è altrettanto giusto che si gustino in quei momenti. Ma le giostre si sa, iniziano il loro girovagare proprio con il carnevale, dopo un periodo di tranquillità. Con il carnevale si apre per loro la stagione che prosegue pian piano fino all’arrivo dell’estate e di tutte le nostre bellissime sagre e fiere paesane.

Per chi volesse comunque cimentarsi nella preparazione delle frittelle da Luna Park, eccovi la ricetta ufficiale (quella ufficiosa è segreto di ogni banco, giustamente).

Ingredienti: 500 gr. fi farina, 250 ml. di latte, 100 gr. di burro, 25 gr. di lievito di birra, olio di semi, vanillina, 2 limoni, sale, 25 gr. di zucchero.

Preparazione: mettete in un contenitore il latte che non sia freddo, scioglietevi il sale, lo zucchero e aggiungete la scorza grattugiata dei 2 limoni. Versate il composto in un grosso recipiente. Aggiungete  150 gr. di farina mista a vanillina e impastate bene fino ad ottenere una pastella fluida. A aggiungete il lievito sbriciolato. Lavorate ancora un po’, poi aggiungete un poco alla volta tutta la restante farina e continuate a impastare  fino ad ottenere un composto morbido ed elastico. Incorporate quindi anche il burro a temperatura ambiente e lavorate finchè l’impasto risulti ancora morbido ed elastico. Ungetevi di olio di semi i palmi delle mani e l’interno di una ciotola abbastanza grande.  Ponete l’impasto nella ciotola e spalmetelo leggermente con l’olio di semi di arachide. Mettetelo a lievitare per circa un paio d’ore. Quando l’impasto delle frittelle sarà il doppio del suo volume, trasferitelo su un piano e formate un lungo bastone di pasta che taglierete a pezzetti del peso di 100 gr. e formate delle palline appoggiando le palline su un piano e modellandole con la sola leggera pressione del palmo della mano. Sisponete le palline su un canovaccio pulito e asciutto, distanziatele tra di loro, ricopritele con un canovaccio, attendendo circa 20 minuti per la seconda lievitazione. Passati circa mezz’ora minuti, prendete le palline e allargatele con le mani per renderle piatte e della giusta forma. Inseritele sull’olio già scaldato precedentemente e portato ad una temperatura di 180° circa e friggetele in modo che diventino dorate. Scolatele con l’aiuto di due forchette e passatele nello zucchero semolato e ricopritele. Servitele calde.

Immagine tratta da aniceecannella


Se hai trovato interessante il post sottoscrivi il feed RSS o aggiungi questa pagina ai tuoi social network preferiti:

Post a Comment