Frodi alimentari, serve più trasparenza sulla mozzarella

23 giugno 2009 – 05:29

Dopo l’aranciata senza arance e il vino senza uva, si rinnova nel nostro Paese il problema delle frodi alimentari. Stavolta nel mirino dei NAS è finito un maxi carico di mozzarelle, pari a ben 4,5 tonnellate, prodotte utilizzando materie prime che la legge non consente.

Leggi l’articolo completo via vostrisoldi.it



Se hai trovato interessante il post sottoscrivi il feed RSS o aggiungi questa pagina ai tuoi social network preferiti:

Post a Comment