Polpo ai pomodori secchi, peccati di gola

4 luglio 2008 – 12:55

Dopo aver preparato i pomodori secchi sott’olio, se avete tenuto da parte un po’ di pomodori o, meglio ancora, se ne avete avanzati (perché non riuscivate per esempio a completare un vasetto), una buonissima e semplice ricetta è quella che propongo oggi.

Polpo ai pomodori secchi

Ingredienti per 4 persone: 1 kg. di polpo fresco, 100 g. di pomodori secchi, 50 g. di capperi, 2 spicchi d’aglio, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 bicchiere di olio extravergine di oliva, 1 tazza di aceto di vino bianco, sale, pepe.

Preparazione: rovesciate nel frattempo la sacca del polpo ed eliminate le interiora. poi rigirando la sacca, togliete gli occhi e, con un coltellino, il becco. State attenti a non rompere il polpo. Lavate il polpo molto bene sotto acqua corrente e battetelo con un batticarne per rendere la carne più morbida.

Quando l’acqua bolle, tenendo il polpo per il corpo, immergete i tentacoli in acqua molto lentamente e poi tirateli fuori subito. Ripetete questa operazione almeno 4 volte, in modo che i tentacoli si arricciano e saranno più morbidi una volta che il pesce sarà cotto. Immergete il polpo in acqua e abbassate il fuoco. Coprite la pentola e cuocete il polpo 40 minuti.

Raffreddate il polpo nell’acqua di cottura, quindi scolatelo e tagliatelo a pezzetti.

Nel frattempo ammollate i pomodori secchi per 10 minuti, poi scolateli e tritateli finemente insieme a metà dei capperi, all’aglio e al prezzemolo. Mettete in un tegame con l’olio extravergine di oliva il trito, fatelo rosolare a fuoco lento e dopo un po’ aggiungete l’aceto. Mescolate per alcuni istanti e togliete dal fuoco.

Ponete i pezzi di polpo nel piatto di portata, versateci sopra il sugo bollente appena ottenuto e i rimanenti capperi. Mescolate il tutto e lasciatelo insaporire per almeno 12 ore prima di servirlo, mescolandolo di tanto in tanto.

Altre ricette a base di polpo proposti da Peccati di Gola:

Polpo con patate

Misto mare al sugo



Se hai trovato interessante il post sottoscrivi il feed RSS o aggiungi questa pagina ai tuoi social network preferiti:

Post a Comment