Tagliatelle al cinghiale

16 giugno 2008 – 14:34

Vista la pioggia che imperterrita continua a cadere da queste parti, ma anche nel resto d’italia, propongo una ricetta che, altrimenti, sarebbe tosta da affrontare di questi tempi. Nel senso che in genere le Tagliatelle al cinghiale non è un piatto che ti viene voglia di mangiare in questo periodo dell’anno.

Poi non so come, m’è venuta in mente mia sorella che abita proprio a Siena. Ho pensato ad un sacco di cose insieme, oltre ovviamente alle Tagliatelle al cinghiale che abbiamo mangiato assieme l’ultima volta che ci siamo visti da quelle parti. E allora stamattina, con questa pioggia che cadeva, la gente infreddolita che cercava riparo e una strana malinconia che sentivo salire e prendermi lo stomaco, ho deciso per questo piatto.

Per la pasta

Ingredienti per 4 persone: 1/2 chilo di farina, 2 uova, 2 cucchiai d’acqua, 1 cucchiaio d’olio di oliva, 1 pizzico di sale.

Preparazione: disporre la farina a fontana su un tavolo e unire le uova, sale e olio. Con una forchetta iniziare ad amalgamare gli ingredienti prendendo man mano la farina fino ad ottenere un impasto compatto (se risulta troppo duro aggiungere l’acqua, se troppo morbido aggiungere la farina). Lavorare l’impasto con le mani fino adottenere un impasto liscio. Stenderlo con il mattarello. Lasciare asciugare per pochi minuti la pasta tirata, arrotolarla e tagliarla della larghezza di 1 centimetro.

Per il sugo

Ingredienti per 4 persone: 300 grammi di cinghiale, 300 grammi di carne di maiale macinata, 1 spicchio d’aglio, 1 rametto di rosmarino, 4 foglie di salvia, 1 carota, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 costola si sedano, 1 cipolla, 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 peperoncino, 1 bicchiere di vino rosso, sale, 3 cucchiai di concentrato di pomodoro.

Per la marinata

Ingredienti per 4 persone: 1/2 litro di aceto di vino bianco, 1/2 litro d’acqua, 1/2 cipolla, 1 costola di sedano, 1 rametto di rosmarino.

Preparazione: Il giorno prima della cottura mettere a bagno in una bacinella riempita per metà d’acqua e metà di aceto bianco il cinghiale tagliato a pezzetti insieme a cipolla, sedano e rosmarino. Deve rimanere a bagno per un giorno intero, dopodiché va sciacquato e macinato. Il giorno della cottura preparare un battuto con aglio, rosmarino, salvia, carota, prezzemolo, sedano e cipolla e farlo soffriggere in un tegame con l’olio. Unire il macinato di maiale e di cinghiale, il peperoncino e il sale. Far rosolare il tutto e poi aggiungere il vino rosso. Dopo circa mezz’ora, allungare con mezzo bicchiere di di acqua calda. Cuore ancora per 40 minuti circa a tegame coperto, aggiungendo, se necessario, altra acqua.

Il sugo è pronto per condire abbondantemente le tagliatelle.

Print Friendly, PDF & Email

Articoli correlati:



Se hai trovato interessante il post sottoscrivi il feed RSS o aggiungi questa pagina ai tuoi social network preferiti:

Post a Comment